Liceo delle Scienze Umane

        

QUADRO ORARIO:

DISPLINA 1°ANNO 2° ANNO 3° ANNO 4° ANNO 5° ANNO

Religione/Att. altern.

1 1 1 1 1

Lingua e letteratura italiana

4 4 4 4 4

Lingua straniera 1 (inglese)

3 3 3 3 3

Lingua e cultura latina

3 3 2 2 2

Storia dell’arte

- - 2 2 2

Storia e Geografia

3 3 - - -
Storia - - 2 2 2
Filosofia - - 2 2 2

Scienze umane

(Psicologia – Pedagogia – Sociologia – Antropologia)

4 4 5 5 5

Matematica (e Informatica – BIENNIO)

3 3 2 2 2

Fisica

- - 2 2 2

Scienze naturali

2 2 2 2 2

Diritto e Economia

2 2 - - -

Scienze motorie e sportive

2 2 2 2 2

Totale ore settimanali

27 27 30 30 30

  

Il percorso del liceo delle scienze umane è indirizzato allo studio delle teorie esplicative dei fenomeni collegati alla costruzione dell’identità personale e delle relazioni umane e sociali. Guida lo studente ad approfondire e a sviluppare le conoscenze e le abilità e a maturare le competenze necessarie per cogliere la complessità e la specificità dei processi formativi. Assicura la padronanza dei linguaggi, delle metodologie e delle tecniche di indagine nel campo delle scienze umane.

   

Gli studenti, a conclusione del percorso di studio, oltre a raggiungere i risultati di apprendimento comuni, dovranno:

- aver acquisito le conoscenze dei principali campi d’indagine delle scienze umane mediante gli apporti specifici e interdisciplinari della cultura pedagogica, psicologica e socioantropologica;

- aver raggiunto, attraverso la lettura e lo studio diretto di opere e di autori significativi del passato e contemporanei, la conoscenza delle principali tipologie educative, relazionali e sociali proprie della cultura occidentale e il ruolo da esse svolto nella costruzione della civiltà europea;

- saper identificare i modelli teorici e politici di convivenza, le loro ragioni storiche, filosofiche e sociali, e i rapporti che ne scaturiscono sul piano etico-civile e pedagogico-educativo;

- saper confrontare teorie e strumenti necessari per comprendere la varietà della realtà sociale, con particolare attenzione ai fenomeni educativi e ai processi formativi, ai luoghi e alle pratiche dell’educazione formale e non formale, ai servizi alla persona, al mondo del lavoro, ai fenomeni interculturali;

- possedere gli strumenti necessari per utilizzare, in maniera consapevole e critica, le principali metodologie relazionali e comunicative, comprese quelle relative alla media education.